Ultraflex Group

Ultraflex Group Guida alla scelta dell´Attuatore

Guida alla scelta dell´Attuatore

La Ultraflex Control Systems propone una completa gamma di attuatori elettrici a catena ed a stelo, che consente la scelta del tipo di attuatore più adatto per qualsiasi esigenza.
Le seguenti note tecniche costituiscono un valido supporto a tale scelta che va effettuata tenendo conto dei seguenti elementi:

 

TIPO DI SERRAMENTO  

Serramenti a wasistas (cerniere sul lato inferiore, apertura verso l’interno): è consigliabile l’utilizzo di attuatori a catena in quanto di ingombro limitato ed esteticamente discreti. Inoltre non sono di solito necessari per queste applicazioni particolari requisiti di protezione all’acqua o ai corpi solidi. L’applicazione di attuatori a stelo richiederebbe inoltre l’impiego di staffe molto lunghe (non fornite).
Per serramenti di larghezza superiore a 1,5 metri consigliamo di prevedere l’utilizzo di attuatori con due punti di spinta.

Serramenti a sporgere/shed (cerniere sul lato superiore, apertura verso l’esterno): è consigliabile l’utilizzo di attuatori con un certo grado di protezione all’acqua o ai corpi solidi e che sostengano con sufficiente rigidità il carico di punta che si manifesta a serramento aperto. Consigliamo l’utilizzo di attuatori a catena quali Quasar, Twin Quasar, Vega, Twin Vega, Supermaster o Stile con catene a doppia maglia. È possibile utilizzare anche attuatori a stelo o a cremagliera, tenendo conto dell’ingombro interno e della rotazione del corpo dell’attuatore e del suo impatto estetico.
Per serramenti di larghezza superiore a 1,5 metri consigliamo di prevedere l’utilizzo di attuatori con due punti di spinta, di sistemi a cremagliera uniti da barra di collegamento, o di due attuatori con centralina elettronica di controllo.
Serramenti da tetto (cupole, lucernari,ecc.): valgono le considerazioni fatte per i serramenti a sporgere. Le cerniere possono trovarsi sul lato opposto a quello di apertura, oppure nella mezzeria di due lati opposti (asse di rotazione centrale). In tal caso si deve considerare come altezza del serramento la distanza tra le cerniere ed il punto di fissaggio dell’attuatore; inoltre il peso è da considerarsi nullo a meno di frizioni del serramento stesso.
Serramenti a bilico orizzontale: valgono le stesse considerazioni inerenti i serramenti a sporgere e quelli a vasistas a seconda della posizione di fissaggio dell’attuatore sulla finestra a bilico. Occorre avere l’avvertenza di considerare come altezza della finestra la distanza tra l’asse di rotazione del serramento ed il punto di fissaggio dell’attuatore per evitare un’eccessiva curvatura della catena. Inoltre il peso è da considerarsi nullo a meno di frizioni del serramento stesso.
Serramenti a louvre o lamelle: è necessario che il produttore del sistema di louvre indichi la corsa della leva di comando per la loro movimentazione e la forza necessaria da applicare alla stessa. Dopodiché scegliere un attuatore a stelo/cremagliera adeguato (es. Ulysses, Max, Rack).
Nel caso che l’attuatore sia installato esposto alle intemperie, contattare il ns. ufficio tecnico per la scelta dell’attuatore idoneo.
Ante a battente: (con cerniere sui lati verticali e apertura all’interno o all’esterno): è opportuno installare un attuatore a catena sul lato verticale (con lo stesso tipo di staffe delle applicazioni a wasistas e sporgere) avendo l’accortezza di prevedere possibilmente la costola della catena verso l’alto, per evitare una eccessiva piega della catena a causa della forza di gravità. Per la scelta della corsa e delle staffe adatte, considerare come «altezza» del serramento la distanza tra le cerniere e il punto di fissaggio dell’attuatore.
Serramenti a pantografo (apertura parallela alla facciata, verso l’esterno): È necessario l’utilizzo di almeno due attuatori a catena sincronizzati in velocità per mantenere il parallelismo dell’anta. In caso di lati del serramento superiori a 1,5 metri consigliamo di prevedere l’utilizzo di due attuatori per lato oppure l’installazione dell’attuatore E-lock per la movimentazione della ferramenta interna multipunto. Consigliamo l’utilizzo di attuatori a catena Synchro Vega per le loro ridotte dimensioni, eventualmente integrati all’interno del profilo della facciata, con corsa adeguata alla massima apertura permessa dalle speciali cerniere.

 

CORSA DELL’ATTUATORE

L’esigenza di ottenere una grande apertura del serramento contrasta con i seguenti fattori:
a) per un attuatore a catena la corsa non deve superare la dimensione indicata a catalogo e nelle istruzioni, se è installato senza staffe oscillanti, altrimenti la curvatura cui sarebbe sottoposta la catena ne determinerebbe la perdita di rigidità e quindi di prestazioni nel tempo.
Nel caso di ante con cerniere laterali a compasso, contattare il ns. ufficio tecnico per la scelta delle staffe di fissaggio idonee.
b) per un attuatore a stelo bisogna tenere conto dell’ingombro dell’attuatore all’interno del vano che, a parte il lato estetico, ovviamente cresce all’aumentare della corsa richiesta, unito al fatto che bisogna tenere conto dell’angolo di rotazione del corpo dell’attuatore. Per evitare interferenze di questo con elementi presenti all’interno del vano va valutata attentamente la posizione dell’asse di rotazione scegliendo e posizionando opportunamente le staffe di fissaggio. A tal fine la UCS propone per alcuni attuatori a stelo staffe a coda di rondine scorrevoli entro apposite guide sull’attuatore.